Lega Nord: ritorno all’opposizione o clamoroso bluff?

7 Dic

Premetto una cosa: la lega nord ha tutte le carte in regola per organizzare una vera opposizione. Alcuni dei suoi esponenti politici di lunga data vengono infatti da una gioventù passata in gruppi di opposizione antisistema di diverso tipo, dalla destra radiclae alla sinistra antagonista. La Lega Nord conosce il metodo per parlare in modo convincente a grandi masse di persone, ed è arrivata a percentuali elettorali di tutto rispetto usando slogan forti contro, ad esempio, gli immigrati e “Roma Ladrona”, nonché manifesti d’impatto come quello degli indiani nelle riserve. Insomma, la capacità di usare parole forti portò la Lega Nord ad avere un certo seguito trasversale sia di elettorato che di militanza. Delusi dalla Destra Radicale come persone che smisero di votare a sinistra da quando leaders e sindacati vari diedero più attenzione agli immigrati che agli italiani; padani doc secessionisti e meridionali trapiantati al nord; agricoltori e piccoli commercianti, imprenditori ed operai generici. Un consenso così vasto portò la lega ad essere l’ago della bilancia, ad esser decisiva anche a livello nazionale, ma qualcosa era marcio. Lo si notava da qualche segnale qua e là, candidati allogeni integrati, Sandy Cane sindaco a Viggiù(http://temi.repubblica.it/metropoli-online/intervista-a-sandy-cane-sindaco-nera-della-lega-nord/) , insomma, puzza di destra integrazionista. Anno 2008, la coalizione composta da PDL e Lega vince le elezioni; la Lega a livello di numeri è forte come mai era accaduto prima; qualcuno disse che per il federalismo sarebbero scesi a patti col diavolo, ma si sa, il diavolo non fa patti per farti un favore; egli ti fa credere di farti un favore ma vuole soprattutto sfruttare le tue performances per i suoi scopi, ritirando un conto salatissimo. Personalmente io, che di certo non sono un padanista secessionista, avevo visto con speranza la quota di parlamentari e senatori leghisti, non tano perché pensavo potessero ridurre l’immigrazione(le politiche di questo tipo sono decise da organi sovranazionali), ma perché mi aspettavo qualcosa in senso, come dire, anti-antirazzista, magari qualche legge liberticida annullata. Si sarebbe potuto sfruttare persino il coinvolgimento di Nicola Mancino, che da il nome alla nota legge che va contro l’articolo 21 sulla libertà di espressione, nella trattativa Stato-Mafia, invece niente. Un ministro dell’interno, Maroni, completamente ostaggio delle comunità ebraiche, che vain sinagoga con la kippah e parla di lotta all’antisemitismo manco fosse Fini o Nirenstein. Nel frattempo, fra le altre cose, la manifestazione insieme agli egiziani copti in duomo, uniti dalla comune religione cristiana e dalla solidarietà per dei fatti accaduti in Egitto, egiziani copti che sventolavano scritte del tipo “Italia svegliati, stop islam”, insieme a leghisti in posa con loro.( http://www.stormfront.org/forum/t771126/). Puzza di destra integrazionista(https://veraopposizione.wordpress.com/2011/09/25/la-destra-integrazionista-se-la-conosci-la-eviti/) . intanto, con la scissione dei finiani dal PDL ed il ricorso da parte della maggioranza ai vari Scilipoti pronti a vendersi al miglior offerente,  il peso relativo della Lega nella maggioranza aumentava, anche a causa del non trasformismo da parte dei politici leghisti, fedeli alla foglia verde. Avrebbero potuto tenere per le palle Berlusconi costringendolo ad accoglier richieste, scelsero di stare al guinzaglio accontentandosi delle briciole. Sbraitavano chiedendo elezioni anticipate, ma abbassavano le voce quando il Mafioso di Arcore offriva loro lo zuccherino. Sembrava quasi che il fine fosse dare il seguente messaggio a Berlusconi: “ue Berlusca dacci i sghei e le cadreghe se no facem opposizione sul serio”, ovvero usare la propria capacità di fare opposizione come ricatto verso Berlusconi, col solo fine di ottenere soldi e poltrone. Intanto venivano fuori nella Lega Nord i difetti che la stessa Lega Nord definiva in modo stereotipato “terronici”. Nepotismo(Il Trota), omertà(i leghisti quando fai domande scomode per il partito tendono a rispondere “non rispondo” anche se magari condividono), arrangiamenti politichesi di vario tipo diventarono sempre più presenti all’intero della Lega. La base cosiddettà dura e pura reagì allontanandosi dalla Lega Nord, come si capisce dai risultati delle amministrative 2011, nettamente al di sotto delle attese. Come dimenticare poi il pasticcio degli sbarchi a Lampedusa dovuti alla cosiddetta primavera araba? La mala gestione del caso portò ad inevitabili accuse di cialtroneria da parte di anti-immigrazionisti non leghisti. Si ricordi, ad esempio, l’interruzione di una protesta di leghisti milanesi contro i clandestini di Lampedusa da parte di militanti forzanovisti.

http://www.youtube.com/watch?v=_v-JeKM4BN4

I forzanovisti urlavano “vergogna, il ministro dell’interno è vostro”.

Ora il Berlusca è caduto, non a causa della lega ma a causa dei traditori interni al proprio partito, prima i finiani e poi i cosiddetti puttani, quelli che si vendon al miglior offerente. Chi di puttani ferisce, di puttani perisce. Le elites mondialiste han messo su Monti ed una schiera di uomini sconosciuti ai più ma legati a queste elites ancora più di chi c’era prima. Un osceno pappone centrista appoggia Monti, il grande centro tanto caro a politici mondialisti come Angela Merkel, con il fine di escludere le opposizioni vere o presunte. Da Bersani a Berlusconi, passando per gli outsider del terzo polo, Fini Rutelli e Casini, probabilmente veri vincitori uscenti da questa situazione. La Lega non entra in questo pappone, vorrebbe dire snaturarsi in modo eccessivo e provocare moltissimi malumori interni, cosa che avrebbe portato a dubitare della buona fede dei leghisti anche i militanti più incalliti. Si scelse quindi il ritorno alle origini, il ritorno all’opposizione, contro il governo Monti, per recuperare almeno una parte dei voti persi in questi anni in vista delle elezioni che probabilmente si terranno a breve. La Lega di lotta e non di governo, di opposizione al potere e non di collusione con esso. Il passato però, soprattutto nell’era dei pc e dell’informazione, non si cancella così facilmente. Riusciranno a tornare credibili? Sono in buona fede o stanno semplicemente riprendendo il solito ciclo?

Opposizione al sistema genera consenso degli scontenti.

Consenso genera voti, e quindi peso elettorale.

Peso elettorale può generare(non è obbligatorio, ma le scelte della Lega finora sono state abbastanza di questo tipo) inciuci con persone totalmente estranee all’opposizione che si porta avanti, anzi, parte del sistema(come Berlusconi, che i primi tempi era definito da Bossi come “Il Mafioso di Arcore”).

Gli inciuci generano perdita del consenso.

Perdita del consenso genera rottura del giocattolo, e quindi, per evitare che il giocattolo si rompa del tutto, si ha un ritorno all’opposizione, per ri-iniziare questo ciclo e portarsi a casa altri soldi e altre cadreghe(poltrone).

Cito un democristiano, Andreotti: A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Io non sono cristiano e non credo che pensar male sia peccato; credo che pensar male sia semplicemente ragionare ponendosi dei dubbi, quindi penso male, sperando di sbagliarmi. Quando vedrò fatti concreti cambierò idea.

Un saluto speciale agli identitari razziali che stanno nella Lega Nord. Tenete duro e diffondete il giusto messaggio all’interno, soprattutto ai più giovani, senza farsi assorbire. Segnalate ogni movimento anti-identitario del vostro partito. Gli occhi vedono, la bocca parla, le orecchie ascoltano, il cervello memorizza, le dita scrivono, i pc salvano, ed il cervello mette insieme le info.

 

Beware, the white big brother is watching you.

Annunci

5 Risposte to “Lega Nord: ritorno all’opposizione o clamoroso bluff?”

  1. biomirko dicembre 7, 2011 a 12:25 pm #

    io resto della mia idea: i militanti dovrebbero abbandorare in massa quel partito di truffatori.
    Bossi, Maroni & Co. non sono identitari… e dubito che lo siano mai stati.

    • veraopposizione dicembre 8, 2011 a 11:40 am #

      Io penso che come ogni partito, vada sfruttato finchè possibile e abbandonato quando diventa irreparabile. A livello nazionale è sicuramente marcissimo, a livello locale puoi trovar gente valida, che però deve ritenersi PRIMA identitaria razziale e deve veder ela sua presenza eventuale nella lega come un MEZZO per diffondere identitarismo. Ex leghisti di 5-10 anni fa mi raccontavano di riunioni di formazione in cui si citava Evola, so che all’università d’estate(un raduno di Terra Insubre, che recentemente ha rotto con la lega) parlano anche personaggi come Pierre Vial, di Terra e Popolo(francese) esplicitamente di identità che non può prescindere dal fattore razziale ecc, insomma, l’area etnonazionalista, lega o non lega, non è da buttar via nel cestino, qualcosa di buono dentro c’è, e bisogna tirarlo fuori:)

  2. fottitistronzo dicembre 28, 2011 a 8:49 pm #

    andate a zappare la terra con una bella palla incatenata al piede , come piace a voi, merde subumane.. brinderemo a suon di magnum di cristal quando finirete meritatamente nelle patrie galere…razzisti topi da fogna…

    • veraopposizione dicembre 29, 2011 a 12:08 am #

      Ecco un esempio di persona che vorrebbe toglier la libertà di espressione a chi non la pensa come lui. Se non ti piace il contenuto di questo blog sei liberissimo di andare su siti che ti piacciono di più, il mondo è vasto, il web pure.

      Io non ho mai augurato di finire in galera a chi non la pensa come me.

      Vedo invece moltissimi antilibertari che augurano a me e a chi non la pensa come me di finire in galera. Chi è il regime? Chi è la resistenza? Chi sono gli schiavi di regime che augurano la galera a chi la pensa diversamente da come vuole la dittatura del buonismo e della tolleranza?
      Tanti saluti a te che ti firmi “fottitistronzo”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Lega Nord - Page 21 - Stormfront - dicembre 7, 2011

    […] […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: