Gli italiani del sud sono bianchi: come spiegarlo a chi lo nega.

29 Apr
L’italia è un miscuglio di etnie bianche, esattamente come altre nazioni bianche europee, non un “miscuglio di razze” come, che so, parte del Sudamerica, o l’India, o l’Iran.

Alcuni diranno “sì quelli del nord son bianchi quelli del sud no perchè hanno influenze nordafricane anche risalenti a centinaia d’anni fa”. Ecco, questo è un grosso equivoco. Come già detto da altre parti in sto forum, vi era un tempo in cui popolazioni cosiddette “mediterranee”(abbastanza simili agli attuali italiani del sud, spagnoli, greci ecc, quindi bianche, pelle abbronzata ma comunque chiara, non tipo magrebino, occhi e capelli prevalentemente scuri, statura medio-bassa ecc) abitavano entrambe le sponde del mediterraneo, ovvero il Sud Europa e il Nord Africa.

Col tempo i mediterranei del Nord Africa si mischiarono con altre popolazioni africane o orientali, popolazioni non bianche(negroidi o protosemitiche), da questa mescolanza nacquero gli attuali nordafricani(che infatti sono meticci).

Col tempo i mediterranei del Sud Europa si mischiaron con altre popolazioni europee vicine(bianche quindi) e da questo incrocio nacquero gli attuali Sud Europei(che infatti sono bianchi).

Quindi è errato dire “i meridionali somigliano ai marocchini”, è invece giusto dire “alcuni marocchini possono avere un fenotipo meno negroide e più mediterraneo e possono avere alcuni tratti simili ai mediterranei bianchi”. Alla fine la parte genetica comune fra Nordafricani e italiani del sud è la parte mediterranea(quindi bianca). Non c’è niente di non bianco nei meridionali, c’è invece qualcosa di bianco negli attuali nordafricani, che sono infatti un popolo razzialmente misto(bianco mediterraneo + negroidi per metterla terra terra).

Per quanto riguarda, che so, il dominio arabo in Sud Italia, esso fu un’occupazione, non un “unione di popoli diversi”. Questo implica che gli allora dominatori non lasciarono chissà quali tracce genetiche, e quindi anche la parte meridionale d’Italia è da considerarsi bianca. Semmai posson esserci, al nord come al sud, singoli individui che possono considerarsi non bianchi, niente di più. Questi individui comunque sono una minoranza insignificante, per fortuna non siamo come alcune zone del Sudamerica, in cui da due genitori fenotipicamente bianchi può nascere un figlio o una figlia mulatta tanto è il meticciato..

Diventeremo come quelle zone del Sudamerica se nei prossimi anni, nell’impossibilità pratica di cacciare gli allogeni, non ci sarà alcuna opposizione di, come dire “separatismo volontario” degli autoctoni nei confronti degli allogeni e se si avrà un processo di mescolanza razziale di massa.

A questo processo puntano le elites mondialiste, al fine di togliere ai popoli ogni possibile forma di identitarismo, in primis quello razziale in quanto quello che sta alla base di tutto, quello che una volta distrutto non si potrà mai riavere indietro.

(con 4 righe di aggiunta in mezzo)
Annunci

14 Risposte to “Gli italiani del sud sono bianchi: come spiegarlo a chi lo nega.”

  1. Ray agosto 31, 2012 a 9:19 pm #

    Ma non diciamo eresie, I TERONI non sono BIANCHI. sono bassi, pelosi, scuri di pelle, capelli e occhi NERI, nasi semiti/negroidi/medio orientali. basta guardali per capire che hanno un corredo genetico diverso dal resto d’Europa.

    • veraopposizione settembre 1, 2012 a 12:11 pm #

      E da quando in qua esser basso, peloso e scuro di occhi e di capelli significa non esser bianco?

      Sulla pelle, il colore dei meridionali tipici non è scuro tipo marocchini o peruviani, è un colore che comunque rientra nella razza bianca, specialmente subrazza mediterranea

      • Ecudo novembre 8, 2012 a 10:43 pm #

        Questo “meticciamento” di idee WN, Leghiste e nordiciste andrebbero calpestate emarginate ed eliminate…

      • veraopposizione novembre 9, 2012 a 9:48 am #

        Dipende, se uno non si mette a fare il divisionista o l’anti-meridionale per me è ok, certo come vedo male il fatto che il nazionalismo italiano venga messo “sopra” il WN a maggior ragione vedo male il fatto che dei divisionismi ancora più stretti vengano messi “sopra” iL WN, ma forse ho capito cosa intendi, mi han raccontato;)

  2. matteo novembre 14, 2012 a 1:49 pm #

    Bravi complimenti per la censura del commento.E poi vi lamentate con quelli che vorrebbero chiedere la chiusura del sito e negarvi la vostra libertà di pensiero, quando non sapete accettare neanche un commento scritto civilmente.Che razza di pagliacci che siete.La vostra battaglia con gente come voi è già persa in partenza..Ora puoi cancellare anche sto commento

    • veraopposizione novembre 14, 2012 a 2:01 pm #

      Semplicemente siccome questo è un mio spazio decido io cosa approvare e cosa no. Di sicuro non vado a dire che chi ha altri suoi spazi sul web deve perdere il diritto di averli. La libertà di pensiero è sacrosanta, ed è sacrosanta anche la libertà di scegliere cosa pubblicare su certi spazi e cosa no. Ho ritenuto che pubblicare un commento pieno di luoghi comuni antirazzisti e sviste razziali da parte di utenti o ex utenti di stormfront fosse inutile.

      • matteo novembre 14, 2012 a 2:12 pm #

        E l’utilità di aprire un commento come questo senza dare la possibilità agli altri di esprimere le loro opinioni qual è?in pratica te la fai e te la godi.Spero sia divertente per te.Peccato che così non convinci nessuno, dimostri solo la tua chiusura mentale.
        Non mi sembra di aver usato alcun luogo comune antirazzista (di cui ho personalmente la nausea) e quelle che tu chiami sviste (discussione se uno sia o meno bianco) sono cose all’ordine del giorno su SF.
        L’essere bianco o meno se fosse qualcosa di così scientifico non dovrebbe essere un’opinione.
        Invece se salta fuori una bella figa o un calciatore della squadra del cuore è bianco anche se ha origini senegalesi, invece uno antipatico non è bianco per convenzione.Contenti voi.
        Non lamentatevi se non avete credibilità però

      • veraopposizione novembre 14, 2012 a 2:18 pm #

        Questo è un blog di diffusione delle idee WN, i commenti son pre-moderati per evitare frequenti insulti, non è un “forum di discussione”. Sono bianchi i non ebrei di completa discendenza europea(inclusi ovviamente statunitensi bianchi, canadesi ecc visto che sono europei trasferiti altrove da generazioni), nessuna eccezione. Riguardo alla gente che confonde razza e simpatia, non ho una grande opinione di loro. Su questo blog, che esprime le mie idee e convinzioni personali, non si troverà niente di “inventato”, uno è bianco o non lo è per una questione scientifica, non per “simpatia o antipatia”, sui forums è diverso perchè ci scrivon tante persone con le loro convinzioni e qualche cazzata è ovvio che ogni tanto salta fuori. Come spiegato nell’articolo eventuali somiglianze fra alcuni marocchini ed alcuni mediterranei è dovuto al fatto che i nordafricani sono un mix fra mediterranei e altre razze non bianche. Se mio fratello sposa una negra il figlio risultante avrà parte del corredo genetico simile al mio ma questo non rende di me un negro nè di questo eventuale nipote meticcio un bianco.

  3. matteo novembre 14, 2012 a 2:52 pm #

    Io non ho insultato nessuno nel mio commento originale, facevo solo notare alcune incoerenze comuni,per non parlare di quando si tratta di stabilire la subrazza di qualcuno.La stessa persona viene classificata come nordico-alpina o come mediterraneo dinarica a seconda dell’utente.Ho provato a informarmi di classificazioni anche in altri forum e non se ne cava un ragno dal buco.Tutti mi consigliano di leggere COON del 1939 con quelle quattro immagini scrause in bianco e nero.Ho provato a consultare SF e ho ancora più casino in testa.
    Il tuo discorso sulla comune origine dei nord africani l’ho capito, non discutevo su quello.
    E’ chiaro che i nord africani in origine fossero simil europei e che le storie su annibale nero siano tutte cazzate.
    Quello che dico è che non c’è coerenza e stabilità nei vostri criteri di classificazione e per stabilire se uno è bianco o meno fate spesso riferimenti a criteri come la nazionalità o l’etnia di un individuo (quando non vi affidate alla simpatia).
    La tua stessa definizione di bianco è incoerente, perché secondo quella un antico berbero non dovrebbe essere considerato bianco.
    E neppure un ebreo convertito.
    E io scommetto che certi ebrei che voi classificate come non bianchi solo per il fatto di essere ebrei in realtà sono più bianchi di alcuni utenti di SF che fanno tanto i puristi.
    Magari l’antenato ebreo risale al 1400 o magari non c’è neppure un antenato ebreo, ma un antenato cristiano che si è convertito per interesse.
    In definitiva, se ci sono criteri certi per stabilire se uno è bianco o meno allora prima di parlare bisognerebbe informarsi, se non ci sono criteri certi allora non ha senso mettersi a discutere del sesso degli angeli.
    Buon proseguimento
    Ciao

    • veraopposizione novembre 14, 2012 a 4:46 pm #

      Stabilire con esattezza la subrazza è impossibile perchè alla fine tutti i bianchi sono dei mix di varie subrazze e si può semmai giudicare solo il fenotipo di una subrazza, capita che due fratelli di sangue siano, che so, uno dinarico ed uno mediterraneo, perchè il fenotipo è diverso dal genotipo.

      Sugli antichi berberi, esponenti riconosciuti del WN come Richard McCulloch li include, così come gli antichi persiani ed in generale gli antichi abitanti del Medio Oriente, nel gruppo caucasoide = razza bianca, e nel sottogruppo mediterraneo o sottogruppi analoghi(arabidi, il che non vuol dire arabi attuali ad esempio). Un forum che si occupa nel dettaglio di classificazioni razziali è Apricity ma stabilire se uno è bianco o no da una foto può essere fallace in alcuni casi. E’ ovvio che il fenotipo è ciò che più risalta ma non sempre corrisponde al genotipo. Per sapere se uno è bianco al 100% bisognerebbe fare l’esame del DNA ma, in generale, se uno sembra bianco e ha i bisnonni che provengono da zone storicamente abitate da bianchi allora questo individuo è bianco “oltre ogni ragionevole dubbio”. Secondo me fai l’errore di soffermarti sui casi “borderline” e, a causa di questi casi, mandare all’aria una verità assodata(le razze esistono).

      Sugli ebrei, è chiaro che se un bianco si converte all’ebraismo resta bianco, non è che cambia la razza, affermare una cosa come questa è una cialtronata. Però se un bianco si converte all’ebraismo, con ogni probabilità, tenderà ad accoppiarsi all’interno della comunità ebraica la quale, come dicono diversi studiosi, sia WN che ebrei stessi, non fa parte della razza bianca.

      Spero di essere stato chiaro, ti consiglio comunque di leggere “Races of Humanity(Le Razze Umane)” e “Racial Diversity” di McCulloch tradotti in italiano, disponibili gratuitamente su questo sito. Riguardo alle classificazioni subrazziali o razziali a partire da delle immagini, come già spiegato si può soltanto affermare “il fenotipo di questo individuo è di tipo bianco nordico, bianco mediterraneo, negroide, australoide, mongoloide, prevalentemente bianco con influenze mongoloidi” ecc.

      E’ chiaro che se vedi per strada Bar Rafaeli o Paul Newman senza sapere che son ebrei del tutto o in parte non lo diresti mai perchè, lo riconosco, sembrano bianchi e potrebbero passare per tali. Sono dei meticci che sembrano bianchi(white looking mongrels) in quanto(soprattutto la Rafaeli che è proprio ebrea israeliana) di sicuro non sono bianchi puri(nessun ebreo, a parte i 4 gatti bianchi convertiti per interesse, lo è)

      • matteo novembre 14, 2012 a 7:01 pm #

        Tu dici che per sapere se uno è bianco al 100% bisognerebbe fare il test del DNA, ma bianco al 100% penso non voglia dire niente.Dubito esista qualcuno di bianco al 100%.Se non sbaglio un bianco europeo medio ho letto che ha una percentuale non bianca del 4/6%.Considerando che più o meno alla lontana siamo tutti parenti tra di noi,probabilisticamente è difficile non avere un antenato non bianco (tra conquiste ed immigrazioni varie), che abbia lasciato tracce anche a distanza di tempo, però un non ebreo che appare bianco è considerato bianco fino a prova contraria, mentre un ebreo che appare bianco viene etichettato subito come bianco, senza concedergli il beneficio del dubbio.
        Non mi sembra coerente.

        Per quanto riguarda gli arabidi ho aperto una volta un thread in un forum di antropologia chiedendo alcune foto e spiegazioni e sono state postate foto di individui completamente diversi tra loro alcuni europei altri arabi altri africani.In definitiva ho chiesto se la subrazza arabide fosse bianca o meno, alcuni hanno detto sì, altri no, ne è partita una discussione senza senso e alla fine ci ho rinunciato.

        Ho chiesto spiegazioni per quanto riguarda questo blog,se fosse attendibile o meno

        http://europa-soberana.blogia.com/2011/050101-la-nueva-clasificacion-racial-i-.phpà

        mi hanno detto che è spazzatura ma quando ho chiesto perché non mi è stata data alcuna risposta ragionevole.
        Insomma non penso che quello che l’ha creata se la sia inventata di sana pianta.

        Magari darò una letta ai testi che mi hai suggerito quando ho tempo, anche se senza riferimenti fotografici il tutto rimane molto vago.
        Ogni tanto do un’occhiata a questo sito.
        http://anthroeurope.blogspot.it/search/label/Italy%20%3A%20Lombardy
        Per quanto riguarda la zona in cui vivo mi sembra sia molto azzeccato nell’individuare le “facce tipiche”-
        Non so però se la classificazione sia corretta.

      • veraopposizione novembre 14, 2012 a 11:02 pm #

        Un ebreo è bianco circa al 70%, quindi anche se sembra bianco, essendo appartenente al popolo ebraico, avrà una significativa percentuale di sangue non bianco. Il bianco tipico invece al massimo avrà magari un antenato non bianco risalente a secoli fa, e la maggior parte degli identitari ritiene le contaminazioni precedenti al trisnonno come trascurabili o quasi.

        Sugli arabidi, attualmente è difficile reperire foto in quanto questa subrazza non mischiata con razze non bianche è quasi assente. In ogni caso l’arabide tipico non è tanto dissimile dal mediterraneo tipico, tanto che alcuni antropologi non fanno la distinzione.

        Sulla classificazione del blog, mi sembra simile a quella fatta da Romualdi, alla fine quasi tutti concordano, alcuni considerano la falica un sottotipo della subrazza nordica, altri son più precisi e analizzano anche i tantissimi sottotipi dovuti a misture fra più subrazze ma non mi sembra spazzatura quel link, a prima vista.

        Per quanto riguarda descrizioni subrazziali con esempi visivi, in effetti manca materiale recente, farò delle ricerche ed eventualmente qualcuno creerà qualcosa di simile per spiegare anche con le illustrazioni le differenze fra subrazze.

  4. matteo novembre 15, 2012 a 11:27 am #

    Ok grazie.Il link definito spazzatura comunque è un altro, quello sopra che parla dei white e red nordids.
    Ho visto che a volte lo riportano anche su SF ma nessuno ne dà una critica esaustiva.
    Se inserisci qualche articolo nel tuo blog con documentazioni fotografiche (magari spiegando in dettaglio quali sono le caratteristiche specifiche che rendono un individuo appartenente a quella determinata subrazza) ne darò un’occhiata volentieri.Ciao

Trackbacks/Pingbacks

  1. Cosa siamo: descrizione della Razza Europoide - Stormfront - novembre 11, 2012

    […] […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: