Gli allogeni che preoccupano di più un identitario

27 Giu

Inserisco questo breve scambio di battute fra identitari per dire il mio punto di vista sulla questione. La risposta esprime al 100% il mio pensiero.

 

Domanda

 

Vorrei aprire una discussione su un argomento riguardante la lingua, perché è ormai un fenomeno quotidiano quello di sentire musi marroni/neri dialogare fra loro e crescere i propri figli parlando esclusivamente la loro lingua d’origine.

I loro bambini vanno a scuola a far perdere tempo a insegnanti e ai nostri figli, perché non sanno nemmeno l’italiano e qualche genio, invece di formare classi solo con loro, ha deciso che devono mescolarsi con i nostri, intanto chissefrega se invece di approfondire le materie, passano il tempo a seguire questi ignoranti.

Gli adulti invece, parlando in pubblico nella loro lingua, dimostrano a mio parere mancanza di rispetto (come in tutto il resto) e un chiaro segnale: non sono disposti a integrarsi, alla faccia degli ignoranti che incolpano noi autoctoni della loro emarginazione. Se ne guardano bene dall’integrarsi, dato che integrarsi significherebbe pagare tasse ed essere produttivi, non solo mangiare, rubare, sporcare, degradare!
Prima di parlare di cittadinanza e altre fesserir contro la logica, non si dovrebbe come minimo dimostrare reale interesse nel diventare cittadini della nostra nazione?
Non sarebbe da rimandare a casa chi, faccio un esempio, dopo 6 mesi di permanenza, non è in grado di sostenere un dialogo in italiano? E sono generoso, perché quando noi andiamo all’estero, le basi della lingua le studiamo prima di partire e nel caso peggiore ci esprimiamo in inglese, in modo che tutti possano capirci. Chi non impara la lingua dimostra di non avere nemmeno intenzione di lavorare, ma solo di mantenere i suoi traffici esclusivamente con gentaglia della sua razza, che si dimostrano illegali nel 99.9%.

Sono curioso di sapere se sono io che sopravvaluto l’insidia linguistica o se sono realista.
Amici miei, a voi la parola.

 

 

 

 

 

Risposta

 

A me sinceramente preoccupa molto di più il bambino negro o marroncino, o asiatico, che va alla scuola materna coi bambini bianchi parlando italiano esattamente come loro. Gli allogeni andrebbero in linea teorica rimandati a prescindere dal loro livello di conoscenza della lingua italiana; per questo “preferisco” gli allogeni che stanno solo fra di loro e che parlano nella loro lingua. Danno fastidio e tutto, ma almeno non creano integrazione razziale, non girano con i ragazzi autoctoni come accade a moltissimi gruppi di ragazzi e ragazze di 15-18 anni, tutte le compagnie con il loro bell’allogeno/a integrato/a che parla italiano bene quanto noi.

La cittadinanza ad una nazione europea per come la vedo io può averla solo chi è autoctono europeo, ovvero bianco. Un marocchino o un mezzo marocchino potrà anche parlare solo italiano e dimenticarsi della sua lingua madre e sapere la divina commedia e la storia d’Italia a memoria ma non sarà mai considerato da me un “italiano”.

Di questi tempi a mio avviso il pericolo maggiore derivante dagli allogeni da cui guardarsi è quello dal quale non si può tornare indietro: il pericolo integrazione/meticciato. Quindi “ben vengano”, virgolettato ovviamente, gli allogeni che tendono a fare una sorta di auto-separazione(visto che i nostri non la fanno, van quasi tutti a mangiare kebab o cinese insieme ai loro amici allogeni integrati) ed a creare le premesse di quella che sarà una società sì multirazziale ma almeno non “arcobaleno”.

Al lato pratico purtroppo non possiamo dire “ok allora entro 2 mesi gli allogeni devono lasciare l’Italia”, non governiamo l’Italia ed anche se la governassimo cambierebbe poco visto che l’Italia, come tutte le nazioni dell’Europa Occidentale, è governata da organizzazioni internazionali che usano i politicanti come fantocci.

Gli allogeni presenti in Italia sono un dato di fatto e purtroppo non possiamo fare niente per cacciarli e soluzioni tipo “eliminazione fisica di massa” sono anch’esse impraticabili per ovvi motivi. Quello che possiamo fare è creare separazione, non farli sentire a casa loro, non comprare da loro, non frequentarli, piccole cose, perfettamente legali, da fare nel quotidiano senza nemmeno tutto questo sforzo(un identitario già DI SUO tende a star lontano o a trattar poco bene gli allogeni). Se gli allogeni stessi sono i primi a creare da soli questo clima di “separazione” tanto meglio: tutti tenderanno a considerarli esattamente come sono, ovvero persone diverse da noi.

Se invece questi allogeni si metton a parlare in italiano anche fra di loro, a vestirsi all’occidentale ecc, la gente comune tenderà a considerarli “come noi” in quanto, nonostante la razza è diversa, si comporteranno come noi, frequenteranno i nostri stessi posti ecc. E’ un po’ come il discorso dell’araba col velo e dell’araba vestita in jeans e tshirt. La prima sarà vista come uno schifo dal maschio medio italiano antirazzista, non perchè è non bianca ma perchè si veste in modo non occidentale. Questa araba col velo non creerà integrazione. La seconda sarà vista dal maschio medio italiano antirazzista come “una come le altre” perchè, nonostante la diversa razza, si vestirà all’occidentale comportandosi come una normale ragazza bianca occidentale. Questa può creare integrazione.

Ora fermo restando che non vorrei che ci fossero allogeni, “preferisco” di brutto quelli “non integrati”.

fonte:

http://www.stormfront.org/forum/t896769/ primi 2 posts

 

Annunci

9 Risposte to “Gli allogeni che preoccupano di più un identitario”

  1. III Repvbblica giugno 29, 2012 a 5:37 am #

    Dani non so come contattarti e lascio un commento qui…
    Con nessun tipo di motore di ricerca mi si apre una qualsiasi pagina di Stormfront.
    A te?

  2. III Repvbblica giugno 29, 2012 a 5:39 am #

    Dani non so come contattarti e posto qui…
    Non riesco più a visionare nessuna pagina di StormFront.
    E’ successo anche a te?

    • RevoX giugno 29, 2012 a 11:19 am #

      e vero nemmeno a me…non vorrei che lo avessero chiuso

      • veraopposizione giugno 29, 2012 a 11:20 am #

        Ma no a volte in passato era già successo che andava giù per qualche ora o anche 1-2 giorni. Fastidiosissimo, sì, ma non penso ci sia da preoccuparsi.

  3. revox giugno 29, 2012 a 5:19 pm #

    speriamo,mi manca già il forum…

  4. redthunder luglio 5, 2012 a 7:43 pm #

    di allogeno c’è una cosa sola: il tuo, e dei deficienti sfigati fulminati come te, abbozzo abortito di cervello marcio…sei una macchietta te e i tuoi compari di merende…ricoverati, beota…

    • veraopposizione luglio 6, 2012 a 12:38 am #

      Ecco la persona che insulta chi non la pensa come lui, tipico dei sudditi della tirannia dei Governi Occupati d’Occidente, non mi stupisco.. Le macchiette sono quelli che ripetono a memoria le solite frasi pre-confezionate, da qualunque lato ideologico siano.

  5. unforgiven2 luglio 13, 2012 a 10:46 pm #

    non li accettano nemmeno alla neuro i minus habens ritardati come sto troglodita razzistello subumano..è un caso senza speranza..lo stiamo perdendo hahahaha 🙂

    • veraopposizione luglio 13, 2012 a 11:19 pm #

      Eccone un altro chiuso di mente che dà del ritardato mentale o robe simili a chi non la pensa come lui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: